Debito pubblico


P.I. ANTONIO  AGHERBINO – via margherita di savoia, 51 -  70017 putignano (bari)
_______________________________________________________________________


proposta  pratica  anticrisi  economica-finanziaria
28.03.14

L’ATTUALE SITUAZIONE E’ OBBIETTIVAMENTE INSOSTENIBILE E DESTA MOLTA PREOCCUPAZIONE.

I
nnanzitutto occorre creare un flusso economico continuo e certo da mettere a disposizione del Governo italiano affinché possa impiegarlo per il risanamento economico ma soprattutto per l’abbattimento immediato del debito pubblico. Il progetto consiste nell’impegno contestuale dei titolari di impresa e dei relativi dipendenti nel versare gratuitamente all’Erario il rispettivo guadagno netto di un solo giorno non lavorativo ( un sabato ).
La somma derivante dalle imprese pubblico/privato che sarà devoluta all’Erario sarà gestita da uno speciale comitato di garanzia e di controllo sotto l’egida del governo.
dati    tecnici
Dalla elaborazione di dati statistici ufficiali si evince, con buona approssimazione, che l’utile lordo/die delle imprese italiane - anno 2011- è di circa 3.600 Mld di € ; e nello stesso anno il debito pubblici italiano è di circa 2.000 Mld di € ; per comodità di calcolo si pone che la retribuzione/die dei dipendenti di dette imprese sia di circa 400 Mld di € il che rende la disponibilità di 4.000 Mld di €.
 

           

                                                                                                                                                                               







Da quanto su esposto si evince che con questo semplicissimo mio Metodo si possono realizzare facilmente quelle riforme governative sempre annunciate e mai realizzate per mancanza della disponibilità economica, e dar corso ad un nuovo welfare state con la riduzione dell’ IVA, delle tasse, della eliminazione delle accise sulla benzina (per ridurne il costo del 50%), la rinuncia all’emissione dei titoli di Stato (Bot, Cct, .. ), alla rinuncia di acquisto dei titoli esteri (anche dell’ Eu), alla rinuncia di alcuna forma di prestito monetario poiché con questo Metodo l’Italia (come qualsiasi Paese che adotterà questo Metodo) potrà disporre del fabbisogno annuo ricorrendo semplicemente ad uno o più giorni lavorativi straordinari all’anno.
Il presente documento è tratto da una mia relazione tecnica.
p.i. Antonio Agherbino

----------------


P.I. ANTONIO  AGHERBINO – via margherita di savoia, 51 -  70017 putignano (bari)
_______________________________________________________________________



DATI   TECNICI



UTILE  NETTO  INDUSTRIA    2011

3.600   MLD  

UTILE  NETTO   DIPENDENTI      2011

400   MLD  

TOTALE

4.000   MLD  

 

 

DEBITO   PUBBLICO   2011

2.000   MLD 

INTERESSI  PASSIVI    2011   al 5%

100   MLD 

TOTALE

2.100   MLD 

 

 

4.000    -    2.100    =    1.900   MLD   

 

Conclusioni

Da quanto sopra si evince che la disponibilità detassata di un solo giorno lavorativo [un sabato] delle aziende produttrici di reddito e dei relativi dipendenti è di 4.000 mld € e se applichiamo il mio Metodo lo devolviamo interamente all’ Erario per abbattere il debito pubblico che è di 2.100 mld € avremo anche un resto disponibile di 1.900 mld €.
05.10.2014







                                                                                                                                                                                                                                                                                         


                                                                                                                                                                                                                                                                                                         






Protesta nella città di
POLIGNANO  A  MARE  (Ba)


Protesta in P.zza PREFETTURA di BARI



Messaggio  Vocale

video